venerdì 27 marzo 2015

QUANDO GLI ASINI VOLAVANO

Incredibile ma vero.
C'è chi crede che i pullman possano cadere dal cielo.
Su Twitter la frase:
"Che origini hanno i piloti dell'autobus caduto ?"


mercoledì 25 marzo 2015

I PROMESSI ESPLOSI

Il governo non ama proprio 
la pubblica istruzione.
Oggi Matteo si è scagliato contro "I promessi sposi", 
da abolire per legge, secondo lui.
Proprio come il lavoro dipendente retribuito  
o le pensioni ai lavoratori onesti.


IL RAGLIO DEL POTERE

Il governo continua l'attacco distruttivo 
al mondo del lavoro.
La furia schiavista pidiellina 
oggi si abbatte nuovamente sulla scuola, 
rea di far troppe vacanze.
Parole che sembrano uscite dalla bocca di chi alla scuola non ci è mai passato vicino, 
neanche per sbaglio.
Certi personaggi farebbero bene 
a rendersi prima conto di cosa stanno parlando, 
di come lavorano gli insegnanti, 
in quali scenari catastrofici 
e con quali orari.
Classi stracolme e pericolanti in nome del risparmio.  Compiti corretti a casa 
e materiale acquistato con i soldi del proprio stipendio 
per assicurare un minimo di attività didattica.
In Italia a parlare sono sempre quelli 
che hanno il culo al caldo e le tasche piene.
Chi lavora veramente non ha mai voce 
... la riserva per formare gli alunni, 
nella speranza che da grandi 
non vadano in giro a sparare cazzate.


LA PALLA E' ROTONDA ... E ANCHE MARCIA

Tanta gente si ostina a trascorrere le domeniche 
seguendo con accanimento uno sport 
retto da personaggi la cui fama 
è tristemente descritta nelle aule di tribunale.
Individui che arricchiscono 
in modo vergognoso e indegno, 
grazie all'eccessivo interesse 
- pilotato ad arte dai media - 
che milioni di persone dimostrano.


martedì 24 marzo 2015

QUATTRORUOTE ( una volta )

Con il benestare del governo, 
un altro pezzo ( uno degli ultimi ) 
dell'industria italiana 
finisce nelle mani dei soliti cinesi.
Poche tasche si riempiono a dismisura 
ed il paese si ritrova più povero di prima.
Se è vero che la storia si ripete, 
in Italia non cambia mai.


lunedì 23 marzo 2015

domenica 22 marzo 2015

giovedì 19 marzo 2015

TESORO DA ... FAVOLA

Le cronache di ogni giorno 
riportano nuovi episodi di corruzione.
Ognuno di essi sottrae alla comunità cifre enormi, 
che potrebbero essere spese per il bene comune.
Un fiume di soldi che da bene collettivo 
si trasformano in patrimonio privato ed illecito 
nelle tasche di pochi.


mercoledì 18 marzo 2015

MANI DI VELLUTO

La magistratura bacchetta Matteo 
per la sua condotta politica, 
troppo benevola con i lazzaroni di corte.
Normale storia di governo all'italiana.


lunedì 16 marzo 2015

sabato 14 marzo 2015

CURRICULUM FINANZIARIO

L'Italia e la meritocrazia 
non vanno d'accordo.
Il nostro è il paese degli amici.
E degli amici degli amici.


BUON CALIBRO NON MENTE

Malato ? Morto ? Assassinato ?
Niente di tutto questo.
Solo temporaneamente scomparso 
per cambiare qualche pannolino.


venerdì 13 marzo 2015

DI MALE IN PEGGIO

Nella storia del paese non si è mai vista 
una valida riforma della scuola.
Lasciare ai capi d'istituto 
la scelta diretta dei docenti 
- in un paese in cui mafia ed interessi personali 
vengono prima di ogni altra cosa - 
può definirsi a pieno titolo una gran cazzata.
L'ennesimo diritto dei lavoratori 
demolito da questo governo.


giovedì 12 marzo 2015

TOGHE ROTTE

Tutti i nipoti di Mubarak sghignazzano dopo l'ultima 
- purtroppo solo in ordine di tempo - 
farsa in tema di codice penale.


sabato 28 febbraio 2015

sabato 14 febbraio 2015

L'ITALIA AL VERDE

Il mondo politico è in burrasca 
per le riforme in discussione alla Camera.
L'opposizione minaccia 
di far vedere i sorci verdi 
... e c'è da crederci !!


giovedì 12 febbraio 2015

12 FEBBRAIO - THE DARWIN DAY

Oggi, 12 febbraio, si celebra in tutto il mondo 
"The Darwin Day".
Charles Robert Darwin è stato lo scienziato britannico 
che ha demolito la menzogna creazionista, 
dimostrando con i suoi studi 
il meccanismo dell'evoluzione della vita sul pianeta.
Ancor oggi, 
dopo che il percorso evolutivo degli esseri viventi 
è stato ricostruito grazie agli studi sul DNA, 
si stima che negli USA quasi il 50% della popolazione 
creda ancora alla favola idiota di Adamo ed Eva.
Chissà se un giorno la genetica 
ci spiegherà il motivo per cui l'uomo 
sia più portato a credere alle favole di un cialtrone, 
piuttosto che alle prove di uno scienziato.


lunedì 9 febbraio 2015

LIOLA'

Si dividono, 
si riuniscono, 
poi litigano 
e si separano ancora, 
ma alla fine 
si ritrovano sempre 
tutti insieme ...


sabato 7 febbraio 2015

PIATTO RICCO, MI CI FICCO

E dopo aperitivo, antipasto, primo, secondo, 
contorno, dolce, frutta, caffè e ammazzacaffè, 
alla fine ...


venerdì 6 febbraio 2015

IL VALORE DEL SILENZIO

Per ripagare il padrone di casa 
dell'immeritato, quanto inopportuno invito, 
il Cavaliere Indelicato se ne esce 
- nel bel mezzo della cena - 
con una barzelletta sui mafiosi siciliani.


giovedì 5 febbraio 2015

mercoledì 4 febbraio 2015

LO SCARPONE DI CRISTALLO

C'era una volta un cavaliere, caduto da cavallo, 
che fu invitato - non si sa perchè - alla festa di corte.
Una festa sfarzosa, con tanti aeroplanini che volavano nel cielo 
e tante cose buone da mangiare, 
nonostante il popolo fuori al castello facesse la fame.
C'è chi fu invitato, ma non andò.  
Altri furono invitati, nonostante fossero sempre contrari a tutto.
Altri ancora non furono neanche cagati di pezza, seppur bravi sudditi.
Ma allo scadere della mezzanotte, 
il cavalier pregiudicato scappò via, 
per rientrare in tempo dal permesso premio, 
altrimenti addio fine anticipata della pena.
Nella folle corsa, però, 
perse una delle sue scarpine di cristallo col doppio fondo.
Il giullare di corte la raccolse e la custodì gelosamente, 
certo che trascorso un mesetto e scontata la sua pena, 
si sarebbero rivisti e non si sarebbero lasciati mai più.


CASA, DOLCE CASA

La tradizione americana parla chiaro: 
se il 2 febbraio la marmotta 
esce dalla tana e vede la sua ombra, 
l'inverno sta per finire ...

martedì 3 febbraio 2015

I MIRACOLI DELLA "GIUSTIZIA"

Quattro anni ridotti ad uno per indulto.
Un anno di galera tramutato in servizio sociale.
Servizio sociale ridotto ad un giorno a settimana.
Un giorno ridotto a quatto ore.
"Pena" conclusa in anticipo.
Il crimine in Italia non paga: 
pagano solo gli onesti.


domenica 25 gennaio 2015

SCELTA RESPONSABILE

Siamo tutti certi 
che il nome del nuovo 
Presidente della Repubblica 
sarà frutto di scelte serie ed equilibrate ...


mercoledì 21 gennaio 2015

MAGIA E REALTA'

Francesco ci ripensa.
Anche i conigli, dopo tutto, ne hanno il diritto.

Vignetta pubblicata per Playboy nel 2006
La storia si ripete.


OCCHIO A COME TI MUOVI !!

Tra preti e conigli non corre buon sangue, 
almeno a giudicare da come il loro capo 
invitai a non imitarli.
Infatti non si è mai visto un coniglio in Vaticano, 
se non nelle cucine.


martedì 20 gennaio 2015

INFANZIA A DUE LIVELLI

Tra le frasi infelici di questi giorni 
- condite con pugni e calci al sedere - 
ne spicca una, particolarmente ripugnante, 
che riguarda i bambini.
La pratica del battesimo 
è la prima violenza a sfondo religioso 
a cui viene sottoposto un neonato, 
iscritto senza consenso ad una religione.
Non a caso, 
la chiesa basa sul numero dei battezzati 
il suo peso nei confronti dello stato italiano, 
laico come tutti sanno solo a parole.



CRISI A DOPPIO SENSO DI MARCIA

Le crisi economiche sono da sempre il pretesto, 
da parte di chi detiene il potere, 
per ricattare i lavoratori e costringerli 
ad accettare condizioni peggiori.
Un fenomeno che il governo 
- invece di contrastare - 
incoraggia con leggi 
sempre a favore degli sfruttatori.


UNA POLITICA ... SINISTRA

C'era una volta la sinistra.


domenica 18 gennaio 2015

CHARLIE E CHARLATANI

Da qualche giorno sono tutti “Charlie”.
Spinti dall’ondata emotiva generata dall’attentato 
alla Redazione di Chairlie Hebdo, milioni di italiani si sono ribattezzati.
Ma quanti in effetti lo sono realmente ?

Quanti sono così “Charlie” da meritarsi tale appellativo ?
Non lo sono certo i politici che, seppure sfacciatamente in contrasto 
con le proprie reali idee, si sono schierati contro ogni bavaglio 
( salvo poi mantenerlo nelle loro leggi ).

Non certo tanti giudici, che in barba al diritto costituzionale 
( e non dico roba da poco ) della libertà di espressione e di satira, 
condannano autori scomodi a pesanti pene.
Meno che mai i preti. Il cui stato non aderisce neanche alla convenzione ONU 
per i diritti umani ed il cui capo ha già specificato 
che si, vabè il diritto d’espressione, ma la religione non si tocca.
E lo stesso dicasi di tante altre categorie, per le quali la religione 
rappresenta il vero ed unico significato: il controllo del popolo.

E questo controllo sembra in buona parte funzionare, 
se quando escono delle vignette sulle assurde contraddizioni 
che la religione dispensa in abbondanza, 
non si raggiunge il gran numero di “mi piace” 
che invece “Charlie” riscuote.
Evidentemente non siamo proprio tutti Charlie.



SE NON E' ZUPPA E' PAN BAGNATO

L'arte di mentire, nascondere, insabbiare, imbrogliare.


sabato 17 gennaio 2015

venerdì 16 gennaio 2015

AMICI COME PRIMA

La Svizzera sgancia il franco dall'Euro.
Per riprendere quota ...


LA VIOLENZA DEL NON VIOLENTO

"Se uno offende mia madre è giusto che gli tiri un pugno".
Strano, però, che a dirlo sia un papa.  
Uno che si professa rappresentante sulla terra 
di quello che invitava a porgere l’altra guancia.
E così con una mano condanna la violenza 
e con l’altra la giustifica.
Libertà vuol dire poter pregare o denigrare un dio.
Un dio non si offenderebbe certo per un infedele che lo insulta 
( tutto sommato la colpa sarebbe sua ad aver creato un blasfemo )
Se il dio non esiste, invece,pace per tutti.

Ma il principio della libertà deve essere un altro: 
che te ne frega di quello che io dico al tuo dio ?   
Pensa a quello che gli dici tu, non a me.
Gli interessi che accompagnano il business ultramiliardario 
della fede sono la vera essenza del problema.
Mettere in discussione una  divinità 
vuol dire spingere la gente a porsi dei problemi, 
a riflettere e quindi scoprire  il trucco. 
Tradotto in parole povere:  
meno potere e soldi che entrano in cassa.
Ed è per questo che c’è chi è pronto 
a gesti estremi pur di impedirlo.
Non a caso le missioni suicide non le compiono i capi, ma i fedeli.